Cavallerizze


Anno: 2016

Luogo: Milano

Committente: Museo della Scienza e della Tecnologia

Progetto architettonico: Ar.Ch.It. di Luca Cipelletti

Il progetto di illuminazione nasce sotto l'impulso del rigore che caratterizza gli assiomi spazio-geometrici individuati, come filo conduttore, da Luca Cipelletti nel suo intervento di recupero.
I rapporti geometrici, proporzionali, prospettici delle Cavallerizze, rappresentano di fatto l'assunto metodologico e concettuale che ha condotto Alberto Pasetti a concepire un inedito oggetto parallelepipedo lineare, altamente tecnologico, pensato per esaltare la dimensione museale e quella architetturale.

Questi sistemi, costituiti da moduli LED dagli effetti modulabili, capaci di variare intensità, tonalità di colore e direzionalità, disciplinano la percezione dello spazio evocando gli elementi tipologici strutturali in esso contenuti e prefigurano il regime di continuità volumetrico-spaziale trasversale delle sale attraversate dall'asse-corridoio distributivo longitudinale.
La soluzione tecnica di illuminazione radente dall'alto, attraverso una ripetizione di moduli a LED con particolare lente ellittica, rende evocativa la natura plastico-superficiale del muro attraverso un effetto scenografico.
Un analogo principio di illuminazione è adottato negli acromatici servizi igienici dove si alternano fonti lineari lungo il perimetro longitudinale superiore delle pareti.

Aziende: DDS Elettronica

Foto: Henrik Blomqvist

Sito web: www.museoscienza.org





Cavallerizze



Year: 2016

Site: Milano

Client: Museo della Scienza e della Tecnologia

Design project: Ar.Ch.It. di Luca Cipelletti

The lighting project has been developed under the rigorous impulse of the geometric axioms that were established, as leading guide, by Luca Cipelletti in his recovery project.
The Cavallerizze geometric relationships, proportions and perspective, represent the methodological and conceptual key assumption leading Alberto Pasetti to conceive and design a brand new linear parallelepiped object, highly technological, embracing both architectural and exhibit potentials.

These elements, integrated by LED technology, for light modular effects, can generate intensity, tonality and directionality assessments.
The technical lighting grazing solution, top-down, using an elliptical lens, evocates the surface texture of the wall providing a theatrical effect.
A similar lighting principle has been adopted into the achromatic restrooms where linear lighting sources are distributed along the upper wall surface.

Companies: DDS Elettronica

Photos: Henrik Blomqvist

Web site: www.museoscienza.org