Progetto "Acque Patavine", per la riqualificazione e l'allestimento dei siti archeologici in aree di antiche terme romane in Veneto


Anno: 2011

Luogo: Montegrotto Terme (Padova), Hotel Terme Neroniane

Committente: Soprintendenza Archeologica del Veneto

Il progetto consiste nello sviluppo di un principio di lettura del sito archeologico collocato all'interno di una struttura alberghiera della città di Montegrotto, per mettere in risalto i lavori di restauro appena conclusi sui reperti di strutture murarie, antiche pavimentazioni, ed un complesso articolato di canalizzazioni di distribuzione dell'acqua dell'antico impianto termale pre-esistente.

Una delle ragioni che ha giustificato la scelta di un impianto a scenari variabili riguarda la difficoltà di deambulazione all'interno dell'area (limitata a pochi punti calpestabili) e la conseguente difficoltà di osservazione, dovuta anche all'esiguità dello spazio in altezza tra piano di calpestio e travi ex-novo della struttura alberghiera.
Gli scenari sono impostati per delineare tre ambiti principali di lettura: i tracciati murari, nonché le consistenze volumetriche rimaste in piedi, le superfici materiche, soprattutto in corrispondenza dei sottofondi delle pavimentazioni e infine i percorsi d’acqua.
Per quest'ultimo è stata scelta l'impostazione della rievocazione dei tracciati realizzati per la distribuzione idrica da vari canali in pendenza verso un sistema di drenaggio principale, percepibile all'ingresso stesso del sito.
Complessivamente sono pilotati 80 punti luce, seguendo raggruppamenti scelti con effetti e focalizzazioni attentamente calibrati attraverso le indicazioni della Soprintendenza.

Nelle visite guidate è previsto l'uso di un telecomando per selezionare le singole scene evidenziando aspetti storico-funzionali significativi all'approfondimento didattico e culturale del luogo.

Allestimento: OTTART srl (VE)

Azienda: DDS Elettronica (MO)

Installazione e impiantistica elettrica: Ditta Parise sas (VI)

Foto: Studio Pasetti





Lighting Design in “Acque Patavine”, for exhibit communication of the archeological area of antique roman thermal baths



Year: 2011

Site: Montegrotto Terme (Padova), Hotel Terme Neroniane

Client: Archeological authority of Veneto

The lighting design project has consisted in developing a key path for the archeological area interpretation, situated under an hotel facilities, specialized on thermal therapies from Montegrotto. The major aim focussed to emphasize the restoration work on ruins consisting of residual walls, pavements and an articulated water channels complex, belonging to the ancient thermal buildings.

One of the most important reasons for choosing a multi scenary solution depends upon the limited walkable area for conservation purposes linked to a very limited height of the space, due to the presence of the hotel constructive structure.
Sceneries are set to define three major key path: physical wall volumes, superficial textures mostly for residual pavements, and finally the water itinerary.
Thus, the visual reconstruction of the blue water distribution system, leading to a central evacuation channel has been chosen as a leading theme, clearly visible at the entrance.
Over 80 lighting projectors are digitally controlled following accurate group divisions with accent effects wished by the archeological authority.

Guided visits are supported by the use of a remote control to ease single scene selection, according to historical and functional issues helpful to deepen both educational and cultural purposes.

Exhibit mounting: OTTART Srl (Venice)

Company: DDS Elettronica (Modena)

Assembly: Parise sas ( Vicenza)

Photo: Studio Pasetti