La visione di Borso d'Este in luce


Anno: 2020

Località: Palazzo Schifanoia, Ferrara

Committente: Servizio Beni Monumentali, Comune di Ferrara

RUP: Arch. Natascia Frasson

Curatore: Dott. Giovanni Sassu




La riqualificazione percettiva del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia a Ferrara avviene attraverso un lungo progetto di studio e di analisi dello stato di fatto tra le condizioni di conservazione dell'apparato architettonico appena restaurato e dello straordinario patrimonio artistico costituito dagli affreschi parietali.

Il progetto si basa su un principio di conservazione delle opere e della loro valorizzazione attraverso un utilizzo della luce che permette sia un'impostazione museale sia interpretativa reversibile.
L'obiettivo è finalizzato ad introdurre il visitatore in una dimensione rinnovata della contemplazione delle grandi campiture artistiche ma al contempo offrire una dimensione narrativa finalizzata alla scoperta di dettagli figurativi, simboli e aspetti compositivi che non emergono nella tradizionale esposizione museale.

Due sequenze dinamiche distinte sono state studiate per enfatizzare un primo racconto, reversibile, del Salone attraverso il principio ottico della proiezione luminosa basata sull'anamorfosi.




Per maggiori informazioni consultare l'articolo "La visione di Borso d'Este in Luce"

Video di presentazione

Tecnologia d'illuminazione: iGuzzini Illuminazione

Montaggi e impiantistica: Michele Brugnatti Srl

Realizzazione struttura di allestimento: VISUAL Srl

Foto: Henrik Blomqvist






EXHIBIT





The vision from Borso d'Este



Year: 2020

Location: Palazzo Schifanoia, Ferrara

Client: Servizio Beni Monumentali, Comune di Ferrara

RUP: Arch. Natascia Frasson

Curator: Dott. Giovanni Sassu




The visual perceptive enhancement of the "Salone dei Mesi" at Palazzo Schifanoia, in Ferrara, is a matter of a long lasting project phase combining conservation issues of the architectural hosting space, just renovated, and artistic historical heritage study regarding the extraordinary wall frescoes.

The design phase responds both to art conservation requirements and visual enrichment by the mean of a new light leading to a museum assessment, above a reversible interpretative path.
The focus is placed on the visitor new visual experience towards the perception of large decorated surfaces then offering a key path to discover details, symbols and compositional aspects difficult to disclose from a standard museum lighting.

Two dynamic scenes show are conceived to enhance a first reversable storytelling, based on the optical anamorphic shaped light.




For more info take look the article "La visione di Borso d'Este in Luce"

Presentation video

Lighting technology: iGuzzini Illuminazione

Elettical equipement and installation: Michele Brugnatti Srl

Construction of the set-up structure: VISUAL Srl

Photos: Henrik Blomqvist