PART per la collezione di San Patrignano


Anno: 2020

Località: Rimini

Committente: Comune di Rimini

RUP: Ing. Chiara Fravisini

Museografia: studio AR.CH.IT

Wall drawing: David Tramlett




Il progetto di illuminazione per i Palazzi Arengo e Podestà si basa sui lineamenti della progettazione dell'allestimento museale dello studio AR.CH.IT. L'obiettivo complessivo del progetto è orientato alla valorizzazione delle opere della collezione di San Patrignano, unita alla scelta di esplicitare le valenze architetturali dello spazio degli splendidi palazzi duecenteschi e trecenteschi.
Per ragioni funzionali e formali è stato concepito un sistema lineare sospeso ex-novo - il modulo Arengo- con binario integrato e superfici diffondenti, una per lato, con la potenzialità di diffondere luce bianca di tonalità calda o fredda ma anche di rappresentare degli assi di colore longitudinali nello spazio.
La vivacità espressiva delle opere ospitate nell'esposizione allestita nei due palazzi storici ha ispirato il richiamo di una luce mutevole nell'ambientazione spaziale, pur mantenendo i criteri di tutela e conservazione propri di un museo d'arte contemporanea.

Video di presentazione




Tecnologia d'illuminazione: Erco Italia, DDS Elettronica e Helvar

Montaggi: Cogen Srl, Penserini Srl

Foto: Studio Pasetti






EXHIBIT





PART for San Patrignano art collection



Year: 2020

Location: Rimini

Client: City of Rimini

Museography: studio AR.CH.IT




The lighting design of Arengo and Podestà Palazzi has been rooted upon the exhibit design of studio AR.CH.IT.
The general focus of the design phase is both oriented towards the art collection of San Patrignano and the architectural significance of remarkable 12th and 13th century palaces.
Responding to functional and formal issues a customized suspended linear luminaire has been engineered - Modulo Arengo - including an integrated projector trackline and lateral diffusing surfaces, both sides, with dimmable and dynamic white options besides the opportunity to conceive coloured longitudinal lines into the space.
The expressive vividness of works of art exhibited in the historical context has suggested the use of a variable light throughout the day thus respecting the conservation requirements of contemporary museum of art.




Lighting technology: Erco Italia, DDS Elettronica e Helvar

Installation: Cogen Srl, Penserini Srl

Photo: Studio Pasetti