Pubblicato nuovo articolo su LUCE 320/2017


Euroluce 2017
Per chi desidera la luna!

Viene confermata la tendenza che accoglie una duplice valenza di ricerca: quella formale, legata alla composizione tra specificità materica e la sua declinazione innovativa, e quella tecnologica, orientata alle crescenti prestazioni della luce allo stato solido. Infatti, a fronte dell’essenzialità e del minimalismo e della voluttà plastico-scultorea, si ritrovano le espressioni di un mercato che cerca il rinnovamento anche nel recupero degli stereotipi conosciuti, quando, diversamente, non si affida temerariamente alle soluzioni inedite e pioneristiche fluide e astratte.

Published new article on LUCE 320/2017


Euroluce 2017
For those who crave the moon!

This 2017 edition does not simply push on innovation, but rather contains some confirmations on technical paths and virtuous tendencies, with mature stylistic approaches resulting from a course of action undertaken for some years now. The tendency for a dual value of research is once again confirmed: the formal one, linked to the composition and in balance between the material specificity and its innovative declination, and the technological one, oriented to the increasing performances of solid state light.