MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI VERONA


Anno: 2022

Luogo: Museo Archeologico Nazionale, VERONA




Il progetto e la realizzazione dell'impianto di illuminazione per il nuovo Museo Archeologico Nazionale di Verona si basa sul principio di armonizzazione della duplice valenza del caratteristico spazio architettonico, da una parte, unita ai contenuti espositivi dall'altra.
Infatti, la caratteristica configurazione dei tre bracci espositivi è dominata dalla presenza di suggestive arcate in laterizio disposte in un'infilata prospettica che scandisce il ritmo e l'ampiezza degli spazi a loro volta definiti da contenuti tematici circoscritti.

Trattandosi di un museo con esigenze espositive legate a reperti che spaziano da piccolissimi oggetti a ricostruzioni in scala di sepolture o altri reperti di grande taglia il tema dell'illuminazione è articolato sull'articolazione della collezione in equilibrio con il valore ambientale dell'Architettura ospitante.
Il museo è concepito in un primo ambito introduttivo comprensivo di supporti multimediali verso un crescendo cronologico delle età della preistoria e la protostoria in cui i contenuti museologici sono articolati tra gli apparati didascalici e grafici e l’esposizione dei reperti di varia natura.

Le specificità dei materiali e dei colori di rivestimento rendono il museo accogliente divergendo dai format allestitivi tradizionali e permettono alla regia luminosa statica di svolgere un ruolo fondamentale nel condurre e guidare il visitatore lungo il percorso obbligato.
Di pari passo all'illuminazione sono state progettate le teche per la pietra dello Sciamano, per la sepoltura in sala 2 e il sistema di valorizzazione del pozzo di Fumane.




Azienda: Pan lighting

Foto: STUDIO PASETTI






EXHIBIT